PRENOTA CON NOI: CONVIENE!
Accoglienza Sicura
Paradù Resort
 
menu
VERIFICA PREZZI E PRENOTA Offerte Speciali Richiedi preventivo

I dolci di Carnevale

Esistono alcune ricette della cucina italiana che hanno resistito nel tempo mantenendo riferimenti precisi e diretti a piatti di epoca medievale o rinascimentale. Tra tutte, per qualche motivo, una certa resistenza al passare del tempo lo hanno dimostrato alcuni dolci che oggi sono considerati vere e proprie specialità del panorama gastronomico italiano. A volte hanno diverse denominazioni in base alla regione di appartenenza, ma tradiscono un’evidente origine comune. Un esempio è un tipico dolce di carnevale che viene chiamato in molti modi: chiacchiere, crostoli, bugie, sfrappole, cenci, frappe, galani, tutti discendenti da un unico e inequivocabile progenitore che risale al Rinascimento.


La base è un impasto di farina, burro, zucchero, uova e una componente alcolica, come l'acquavite, il marsala, la sambuca, il vinsanto, il brandy, la grappa, o altro distillato e liquore. Successivamente l'impasto viene tagliato a strisce, talvolta manipolate poi a formare un nodo (in alcune zone prendono infatti il nome di fiocchetti). La cottura avviene con la frittura, che le rende croccanti e friabili, tuttavia in tempi recenti si è diffusa la cottura al forno che è considerata più salutare. Infine si spolvera con zucchero a velo o, secondo alcune varianti, possono anche essere coperte da miele, cioccolato e/o zucchero a velo, innaffiate con alchermes o servite con il cioccolato fondente o con mascarpone montato e zuccherato.

Frictilia


La loro tradizione risale a quella delle frictilia, i dolci fritti nel grasso che nell'antica Roma venivano preparati proprio durante il periodo del calendario romano corrispondente al Carnevale della chiesa cattolica (febbraio). La ricetta appare per la prima volta ne “La singolare dottrina” di Domenico Romoli detto il Panonto, pubblicata nel 1560. A parte la sua origine fiorentina, dell’autore si hanno scarse notizie, ma è giustamente considerato uno dei grandi gastronomi rinascimentali. Il dolce viene registrato anche nel tardo Settecento con il nome di Flappe. L’impasto si arricchisce di burro e vino dando vita alla ricetta che si utilizza ancora oggi. Ogni autore a seguire fornisce la propria versione della specialità di carnevale, aggiustando le dosi e sostituendo di tanto in tanto alcuni ingredienti, ma soprattutto variandone il nome.

Per curiosità


riportiamo sotto alcuni dei nomi attribuiti a questo dolce di Carnevale:


  • bugie (Piemonte, Liguria);
  • cenci o crogetti (tutta il Valdarno da Arezzo a Montecatini Terme);
  • chiacchiere (alcune zone dell'Umbria, basso Lazio, Abruzzo Citeriore, Molise, Puglia, Basilicata, Campania, Calabria, Sicilia, ma anche a Milano, nella zona delle Alpi Apuane e della Lunigiana, nell'Emilia settentrionale e in alcune zone della Sardegna);
  • cioffe (Abruzzo Ulteriore);
  • cresciole (Pesarese);
  • cróstoli, cróstui, gróstoli o gròstoi o grustal (Polesine, Ferrarese, Vicentino, Trevigiano, Bellunese, Trentino, Friuli Venezia Giulia, Alto Adige, alcune zone della Liguria);
  • cunchielli' (in alcune aree del Molise);
  • fiocchetti (Montefeltro, Romagna costiera);
  • frappe (Lazio dalla zona di Latina e Aprilia a Viterbo, a Roma, nel nord della Ciociaria, nell'Aquilano, alcune zone dell'Umbria, alcune zone delle Marche e dell'Emilia);
  • frappole (alcune zone della Toscana)
  • galàni (zona tra Venezia, Padova e, in parte, Verona)
  • intrigoni (Reggio Emilia);
  • lattughe (provincia di Mantova, provincia di Brescia. In dialetto latǖghe);
  • maraviglias (Sardegna in lingua sarda)
  • sfrappe (Marche);
  • sfrappole (Bologna, Romagna);
  • sprelle (provincia di Piacenza);
  • stracci (alcune zone della Toscana)
  • strufoli o melatelli (se con miele) (Maremma toscana);
  • risòle (Cuneo e sud del Piemonte);
  • rosoni (Modena);

Gallery

Offerte Villaggi mare

la Toscana al centro delle tue sorprendenti vacanze

Recensioni

  • Struttura perfettamente funzionante, nella mia recensione non posso che elencare solo punti a favore. La struttura è una pineta di relax e pace, fornita di tutto, il mare è pulito, possibilità di usufruire del lido, ma anche della spiaggia libera con lettini in dotazione. La colazione è super abbondante, tutto di prima qualità e i ragazzi della struttura tutti super gentili, personalmente ho cenato solo nel ristorante a la carte in spiaggia e ho trovato piatti da 10 e lode, complimenti vivissimi.

    Chic588

    Tripadvisor

  • Magnifica struttura perfettamente inserita nel contesto naturale. Alloggi ben organizzati con i giusti spazi e ben tenuti (ero al "Montecristo"); ottima pulizia. Si è completamente immersi nell'ambiente circostante. Ho provato il ristorante sulla spiaggia: ottima qualità al prezzo giusto. Colazione a Buffet favolosa. per non parlare delle due piscine, iil bar e i servizi sulla spiaggia...4 stelle meritate.

    Marcobiutta

    Tripadvisor

  • Villaggio bellissimo molto curato e pulito ho soggiornato per 3 giorni in un lodge immerso nel verde con TV e aria condizionata e bagnetto con doccia. Trenino per gli spostamenti molto comodo. Piscina con bar e area fitness con bici da spinning. Colazione, pranzo e cena tutto al buffet con varietà di portate per tutti i gusti. L' animazione dopo cena propone spettacoli molto belli

    Mirko Hopahi

    Google

  • Ottima struttura, staff cordiale e disponibile e soprattutto ottima posizione. Villaggio sul mare, con spiaggia attrezzata, tutto molto pulito, con ottimi servizi. Ristorante sul mare eccezionale. Consigliatissimo!

    Alice

    Booking

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy ed autorizzo il trattamento dei dati personali* Si No

Prenditi cura della Vita
Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti adesso

AREA AGENZIE

“Vedi come pacato e azzurro è il mare,
Come ridente a lui discende il sol! E come questo occaso è pien di voli.
Com’è allegro de’ passeri il garrire!.”

G.Carducci